Abbinare i vini

Abbinare il vino per qualcuno è un gioco da ragazzi, altri invece potrebbero trovarsi in difficoltà.

L’obiettivo di questo articolo non è far diventare tutti esperti di vino ma dare qualche semplice consiglio per non scegliere un vino sbagliato o che poco si abbina alle pietanze ordinate.

Vediamo attraverso quali regole possiamo goderci tutto quello che il vino ha da offrirci.

regole per abbinare il vino…

Regola numero 1

Nessun grande vino liquoroso bianco va abbinato con carni rosse e selvaggina.

Regola numero 2

Un grande vino rosso non deve essere servito con pesci crostacei o molluschi.

ogni vino a suo tempo…

Regola numero 3

I vini bianchi vanno serviti prima dei rossi anche se abbiamo diverse eccezioni che riguardano i vini da dessert.

piatto regionale, vino anche…

Regola numero 4

Un piatto tipicamente regionale o locale va generalmente abbinato ad uno dei vini della stessa zona per creare un’affinità di profumi e di sapori.

gli opposti si attraggono…

L’abbinamento più piacevole si ha quando il vino esprime caratteristiche opposte a quelle del cibo. Quindi:

Regola numero 5

Quando un piatto è particolarmente grasso si deve abbinare un vino fresco e sapido, che contrastando l’untuosità del cibo ripulisca la bocca e alleggerisca la pesantezza del piatto.

piatto ricco, vino ricco…

Tendenzialmente il corpo del vino deve essere proporzionale alla struttura della pietanza. Quindi:

Regola numero 6

Un piatto piuttosto complesso che necessita di una preparazione elaborata dovuta al tipo di cottura, alla quantità o qualità degli ingredienti, va abbinato ad un vino altrettanto complesso e robusto, di buon invecchiamento, che riesca a non farsi sovrastare dalla personalità del cibo.

Un piatto leggero e delicato di conseguenza, non dovrà essere coperto da vini troppo importanti o dotati di una pronunciata componente aromatica, ma si sposerà ad un vino schietto, leggero e giovane.